eng | ita  
 
     
eng | ita
L’installazione propone una riflessione sul tema dell’attraversamento del confine tra la materia, il simbolo e la sua capacità evocativa. Uno spunto di riflessione sul dialogo sempre aperto tra noi esseri umani, in continuo transito, e la forza della terra rispetto alla quale siamo inermi. L’argilla come terra appunto, materia ripiegata e sapientemente manipolata.
L’argilla lavorata a sfoglia e decorata ad incisione su ingobbio si trasforma in piccoli oggetti e grandi elementi da parete dove forme e motivi del mondo agropastorale rompono gli schemi della tradizione ancorandosi saldamente al contemporaneo con linee nuove, volumi e spessori insoliti mescolati a colori essenziali.
L’installazione è affiancata dalle fotografie di Claudia Baldus fotografa professionista che ha studiato architettura a Milano dove ha collaborato con diversi studi come modellista negli anni ‘90.

foto evento: Eugenio Schirru

21 Giugno - 5 Luglio 2012

 
info progetti attività