eng | ita  
 
     
eng | ita

L'edificio convitto si presenta introverso e fortemente connotato dal punto di visto tipologico, si configura come un edificio compatto a corte interna con pianta rettangolare. La relazione visiva con il paesaggio prossimo in tutte le direzioni è garantita dallo spazio interno della corte scandita dai pieni e vuoti delle singole facciate di legno e vetro della serra solare e dallo spazio tra i singoli volumi. Il progetto propone un edificio fortemente introverso in grado al contempo sia di accogliere e proteggere la vita che ospita al suo interno, promovendone la convivialità, sia di instaurare relazioni visive e fisiche con il paesaggio vicino e lontano. I fronti esterni compatti, rivestiti di ardesia di colore nero, instaurano una relazione tra gli edifici preesistenti ed il paesaggio lontano. La copertura a padiglione anche essa rivestita di ardesia di colore nero, con inclinazione rivolta verso l’interno della corte, restituisce l’unitarietà ai tre corpi di fabbrica e definisce i limiti dello spazio interno. Sul confine nord est, del lotto uno spazio ampio consente ad una porzione di paesaggio di entrare all’interno della corte e di ridefinire la relazione con la montagna attualmente.



 
info progetti attività